Yoga Bambini

il modo più facile per stare bene

L’Oceano delle Illusioni

Bhavasagara, l'Oceano delle IllusioniCari bambini, dovete sapere che il nostro Nabhi Chakra (di cui abbiamo parlato nella precedente lezione), è immerso nel cosiddetto Oceano delle Illusioni, che in lingua sanscrita (un’antichissima lingua indiana) è detto Bhavasagara. Si può vedere nello schema come l’area verde intorno al terzo chakra.

Per comprendere il senso di questo Oceano delle Illusioni, ricordatevi (se la conoscete) la storia di Ulisse che attraversa il mare popolato dalle sirene, le quali cercano di incantare gli uomini per attrarli a sé. Allora, quello che lui fa per non essere ingannato, è di tappare le orecchie dei suoi uomini e si fa legare ad un albero della nave per restare fermo.
Allo stesso modo, potete venire incantati da tante belle cose che sono intorno a voi. E la vostra attenzione va su quelle cose invece di restare bella ferma al suo posto.
Allora, per esempio, se c’è un gioco che vi piace, non avrete pace fino a che non riuscirete ad averlo. Ma non appena riuscirete ad averlo, ve lo godrete un po’ e, poco dopo, la vostra attenzione schizzerà verso un altro gioco o un altro interesse.
Questo avviene perché siete caduti nella trappola del Bhavasagara e più vi immergerete in questo mare, e più sarà difficile avere pace, serenità e una buona attenzione.

Per sfuggire all’incanto delle sirene del Bhavasagara, potreste seguire l’esempio di Ulisse.
Per esempio, potreste “tapparvi le orecchie (interiori)” al pensiero fisso di volere qualcosa;  oppure, per zittire quel pensiero, pensate che non avete bisogno di quel gioco che vi piace così tanto e se ve lo dite con convinzione, proprio come una bolla, quell’idea fissa scoppierà e sarete liberi.
Oppure un altro sistema potrebbe essere quello ci  condividere i vostri giochi con gli altri, in questo modo riuscirete a liberarvi dall’attaccamento a quei giochi… e magari troverete più interessante scambiare i vostri giochi con i vostri amici, così da avere dei giochi sempre diversi con cui divertirvi.
Diciamo che la generosità è la migliore barca che vi salva dalle onde del Bhavasagara.

Un’altra cosa importante è avere rispetto delle vostre cose. Infatti, ogni cosa (non solo le persone, gli animali e le piante) ha uno spirito in sé e se la trattate bene, allora riuscirete a percepirlo.
Noi siamo un tutt’uno con il mondo che ci circonda, ma non riusciamo in genere a sentirlo, perché dividiamo il mondo in MIO e TUO (quello che appartiene a me e quello che appartiene agli altri). Quando riusciamo a risvegliare la nostra Madre Kundalini in noi, e riusciamo quindi a superare questa idea del MIO e del TUO allora riusciamo anche a sentire lo Spirito di tutti gli esseri, viventi e non viventi, che sono intorno a noi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *