Yoga Bambini

il modo più facile per stare bene

La Madre Kundalini

Finalmente Meiling ha potuto fare la sua prima esperienza di meditazione e ha potuto sentire la sua Energia Interiore sulle sue mani e sulla sua testa come un venticello fresco. Sente molta pace dentro di sé e la sua mente è calma. Osserva le sue manie e poi ancora meravigliata, chiede bisbigliando alla bambina vicina a sé: “Anche tu senti l’Energia?”

La bambina risponde, “Certo! E la sento anche dentro di me, lungo la schiena e nei miei centri”

“Davvero! E come fai?” chiede, stupita, Meiling.

“Ecco, dopo qualche giorno di meditazione è successo così, spontaneamente. Ecco, prova a fare così: ora tu hai la schiena un po’ curva e la tua Energia Interiore non può salire bene, quindi raddrizza la tua schiena, come faccio io, vedi?” in effetti Alessia riesce a stare con la schiena ben dritta anche se è seduta a terra. Meiling guarda tutti i bambini e molti di loro hanno la schiena ben dritta, ma non tutti; forse quelli con la schiena curva sono quelli che giocano sempre con i video giochi e con il cellulare.
Però lei vuole seguire il consiglio della sua nuova amica e subito raddrizza la sua schiena e cerca una posizione comoda. In effetti, muovendo un po’ la schiena, riesce infine a trovare una posizione in cui è dritta ma anche comoda.
A questo punto, chiude gli occhi e mette l’attenzione dentro di sé, senza pensare nulla ma in perfetto ‘ascolto’, sperando che succeda qualcosa. Fino a che ad un certo punto, sente un brivido per la schiena, come una cosa fresca che scorre lungo la schiena verso l’alto. Ecco! Anche lei è riuscita a sentire la sua Energia Interiore! Apre gli occhi e si dipinge sul suo viso un’espressione compiaciuta.

Appena vede che Daniele ha aperto gli occhi, subito gli chiede: “Senti, ma questa Energia Interiore ha un nome, o la chiamate solo così?”

Daniele è molto contento di sentire questa domanda: “No, questa Energia Interiore ha un nome, anzi ogni popolo che l’ha scoperta le ha dato un nome diverso. Per esempio, anche gli antichi greci avevano capito che nell’osso triangolare (a forma di triangolo rovesciato) che è alla base della schiena, si trovava qualcosa di speciale, di sacro e infatti hanno chiamato quell’osso: Osso Sacro.”

“Adesso che ci penso, mi sono chiesta a volte perché quell’osso aveva quel nome. Ora finalmente lo capisco!”  esclama Meiling.

Kundalini nell'osso sacro“In India, gli antichi yogi avevano capito il segreto dell’Osso Sacro, ovvero che c’è una Energia Sacra che dorme in esso. Lei è la da quando siamo nati, ma non si muove. Loro hanno potuto vedere in meditazione  che lei è avvolta a forma di spirale (come una girella di liquirizia, per capire meglio) e per questo motivo è chiamata Kundalini. Infatti Kundal significa “spirale”. Invece la parte finale della parola “ini” è per indicare che è un’Energia Femminile.”

“Davvero? E perché hanno voluto dire che è femminile?” chiede meravigliata Meiling.

“Perché dicono che la Kundalini sia la nostra Madre Interiore. Infatti essa ha il compito di prendersi cura dei nostri centri di energia, proprio come fa una mamma con i suoi bambini. Lei li nutre e li cura quando hanno bisogno. Li fa stare bene e li consola.” risponde sorridendo Daniele. “Questo succede quando la Madre Kundalini è risvegliata. Essa sale lungo la colonna vertebrale (che è al centro della schiena), come lungo una colonna.
Poi quando giunge in cima alla testa, passa attraverso un altro osso dal nome particolare l’Osso della Fontanella. In effetti, se ci pensiamo, la Kundalini esce da lì proprio come una fontana, si espande intorno a noi e si unisce con l’Energia dell’Universo. Mentre sale, però, passa attraverso i centri di energia e li cura se ne hanno bisogno.”

“Capisco, capisco.” dice Meiling pensierosa. “Ma quello che non capisco è perché se la… Kundalini è nell’Osso Sacro da quando siamo nati, giusto? è sempre lì, perché non la sentiamo? Così come è scesa in quell’osso, perché non sale?” chiede Meiling curiosissima.

A questo punto, Daniele non sa cosa rispondere, in effetti è una bella domanda. A quel punto, interviene la Maestra della classe di Yoga, che era appena entrata e stava seguendo il dialogo dei bambini.

“Sai,” dice la Maestra, “ci sono molti segreti nel mondo che devono rimanere segreti fino a che le persone non crescono abbastanza per poterli conoscere. E quello dello Yoga e della Kundalini è uno di essi. Per questo la Kundalini rimane nascosta, lei non vuole farsi conoscere fino a che gli esseri umani non sono pronti per conoscerla e rispettarla.”

“Uhm,  ancora non capisco perché la Kundalini si deve nascondere e perché gli umani non la rispettano” Meiling è ancora una bambina e non conosci i mali del mondo, per cui non capisce come le persone non la rispettano.

“Cara Meiling, capisco i tuoi dubbi e allora ti risponderò con una storia: il Tesoro Nascosto.

Animazione della Kundalini che sale

Animazione della Kundalini che sale


One Response to “La Madre Kundalini”

  1. Letizia Muratore ha detto:

    è molto bello legger che + facile così imparare giocando ,bravi, mi piacerebbe poter portarlo nelle scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *