Yoga Bambini

il modo più facile per stare bene

Il secondo chakra: Swadhisthan

“Allora, Meiling, ora ti è chiaro come funziona il primo chakra e come fare per curarlo?”

“Sì, Maestra!” risponde Meiling contenta di aver imparato una nuova cosa. “Ieri ho provato subito, mi sono seduta, mi sono alzata la Kundalini e mi sono protetta. Poi ho detto i mantra del Muladhara chakra e ho sentito subito una grande gioia. Allora mi sono alzata e mi sono messa a ballare.”

“Bene, allora possiamo passare al secondo chakra: lo Swadhisthan chakra!”  (si pronuncia svadistan o suadistan ciacra) “Chi sa dire qualcosa su questo centro?”

Swadhisthan chakraSubito Daniele parte in quarta, “Il secondo chakra si trova proprio qui, sotto l’ombelico. Come si vede nell’immagine è il fiore giallo con 6 petali. Questo centro aiuta tanti organi, come il fegato, la milza, il pancreas, parte dell’intestino. Quindi, Meiling, questo è il primo chakra che viene attraversato dalla Kundalini.”

“E sulla mano è il pollice, vero?” chiede Meiling dopo aver guardato l’immagine.

“Sì,” rispondono in coro i bambini. “Ma nel piede è il dito medio!”

“Quindi se sento caldo qui,” Meiling indica il suo pollice destro, “significa che il mio Swadhisthan non funziona?”

“Lo Swadhisthan a destra,” riprende Daniele, “è la Pura Attenzione, mentre quello a sinistra è la Pura Conoscenza.”

“Ah sì, mi ricordo, come abbiamo detto nella Prima Meditazione!” esclama Meiling.

“Esatto! Molti bambini sono distratti, agitati e non riescono a studiare perché gli manca la Pura Attenzione. Se loro aiutano questo chakra qui, allora possono migliorare e diventare attenti e bravi nello studio.” continua Daniele.

“Ah che bello! È vero anche io sono molto distratta quando studio, non sempre, ma spesso. Allora vuol dire che ora posso migliorare!” esclama contentissima Meiling.

“Sì certo, sicuramente migliorerai. A sinistra invece c’è la Pura Conoscenza. Si dice che lo Swadhisthan sinistro è la porta di ingresso dei virus e dei batteri; quindi se il nostro Swadhisthan sinistro è forte allora è difficile che ci ammaliamo, ma se è debole allora possiamo ammalarci facilmente. Anche, succede che se noi abbiamo delle false idee allora vuole dire che lo Swadhisthan sinistro non funziona bene.”

“Che vuol dire avere false idee?” chiede Meiling.

“Per esempio, quando cominciamo a pensare male degli altri. Oppure se conosciamo delle cose che non sono vere e crediamo che sono vere.”

“Per esempio, l’altro giorno non trovato una mia bambola,” dice Lucilla, “allora ho subito pensato che era stata la mia sorellina a nasconderla e così ero arrabbiata con lei. E invece poi ho scoperto che la bambola era caduta dietro il letto e che io avevo avuto una falsa idea.”

“Invece a me è successo che mi dicevano che se non mi comportavo bene, allora veniva il lupo nero a prendermi e così avevo paura dei lupi e pensavo che fossero cattivi. E invece poi ho studiato i lupi a scuola e ho saputo che non sono cattivi e quello che mi dicevano era falso.” aggiunge Davide.

“Adesso ho capito!!!” risponde Meiling. “Ma se sento che il mio Swadhisthan chakra non funziona, come devo fare?”

“Possiamo aiutare questo chakra in modi diversi. Ecco le tecniche principali:

Facendo il pediluvio. Abbiamo visto che per il Mooladhara chakra possiamo usare il pediluvio come tecnica per scaricare le tensione; ebbene questa tecnica è utilissima anche per lo Swadhisthan.
Come al solito, useremo l’acqua più fresca se sentiamo lo Swadhisthan destro caldo (pollice della mano destra); useremo l’acqua più calda se è il pollice sinistro ad essere caldo (il canale sinistro è una canale freddo e quindi va riscaldato); mentre se entrambi i pollici sono caldi o pesanti, usiamo l’acqua tiepida.

Usando le energie. Questa è la tecnica più semplice in assoluto: semplicemente andiamo a mettere una mano sul chakra (fisicamente nella parte bassa della pancia) mentre l’altra mano rimane bene aperta e prende energia dalla Fonte Universale di Energia (che è tutta intorno a noi).

Con i mantra. Possiamo usare delle frasi che aiutano le qualità del nostro chakra a manifestarsi. Queste frasi sacre sono dette in sanscrito mantra. Eccone alcuni.

  • Madre Kundalini, per favore risveglia in me la Pura Conoscenza.
  • Madre Kundalini, per favore aiutami ad avere una Pura Attenzione.
  • Madre Kundalini, per favore risveglia in me la Pura Creatività.

Vedi, Meiling, ci sono diverse tecniche e puoi usare quella che vuoi, in qualunque momento.”

Shri Saraswati

Shri Saraswati

“Maestra, non abbiamo detto che lo Swadhisthan chakra è il centro della Creatività!!” esclama Alessia, “Tutte le opere d’arte più famose vengono grazie all’aiuto di Shri Sarasvati che le la Regina del chakra. Viene spesso disegnata con uno strumento in mano…”

“La vina!!” risponde Riccardo che è un amante della musica e che suona il piano. “Shri Sarasvati tiene in mano una vina. Quando  il mio Swadhisthan è fresco, allora sento che mi viene facile suonare e riesco anche ad inventare musichette nuove!”

“Esatto, la musica è anche utile per meditazione, come vedremo fra poco” conclude la Maestra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *