Yoga Bambini

il modo più facile per stare bene

Il quarto chakra: Anahat o Cuore

“E adesso il Cuore!” annuncia la Maestra e tutti i bambini, di riflesso, mettono la mano sul cuore.
Poi Alessia si alza e porge un disegno a Meiling. Nel disegno c’è un grande cuore e dentro il cuore ci sono tutti i nomi dei bambini e poi una scritta grande “Ti vogliamo bene Meiling!” Quando Meiling vede il disegno è così contenta e dice a tutti “Grazie, grazie, è bellissimo, anche io vi voglio bene, grazie!”
Quando tutti sono di nuovo seduti, la Maestra invita qualcuno a presentare il chakra del Cuore.

Anahat chakra o chakra del CuoreQuesta volta è Federica a parlare: “Il Chakra del Cuore si chiama Anahat in sanscrito. Nell’immagine è il fiore con 12 petali. Questo centro aiuta il cuore, cioè il cuore organo, e i polmoni. Sulla mano è il mignolo e anche sul piede è il dito piccolo.”

Nel Cuore c’è lo Spirito” dice solennemente Alessia, “noi siamo lo Spirito. Lo Spirito  non si vede, come le vibrazioni non si vedono, però è nel cuore e ci da la vita. Quando lo Spirito va via dal corpo, allora uno muore. Ma lo Spirito non muore, è eterno, vive sempre e ritorna sulla Terra in un’altro bambino o bambina.”

“In realtà,” interviene subito Daniele, che aveva studiato anche questo, “è l’anima che lascia il corpo.”

“E io cosa ho detto? L’anima, lo Spirito, è uguale” risponde Alessia un po’ indispettita.

“L’anima e lo Spirito non sono uguali. L’anima è formata dallo Spirito e dalla memoria della nostra vita, cioè dal nostro carattere, da come ci siamo comportati e tutte queste cose. Poi un giorno, quando torniamo, queste memorie del passato aiutano Dio per decidere dove dobbiamo andare. Se una persona era brava, allora nascerà con un brava famiglia; se una persona era cattiva, nascerà con un famiglia cattiva. Questa cosa si chiama…mmhhh” a questo punto Daniele non ricorda il nome che vuole dire.

“Vuoi dire reincarnazione?” questa volta è Meiling ad intervenire a sorpresa di tutti. Subito spiega timidamente: “Nel mio paese la gente crede nella reincarnazione, per questo lo so.”

“Comunque, in sanscrito lo Spirito che è nel cuore si dice  Atma.” riprende subito Daniele, come se non fosse stato interrotto.

“Bene, Elisa, spiega a Meiling quali sono le qualità di questo chakra.” interviene la Maestra.

Una qualità del Cuore è l’Amore. L’Amore non è solo fra gli innamorati, ma è l’Amore verso tutti, verso i bambini, verso i grandi, verso gli animali, verso la Natura. Quando il Cuore funziona bene, noi amiamo tutti, non solo quelli che ci piacciono.
Un’altra qualità è la Fiducia. Noi abbiamo fiducia in noi stessi, non abbiamo paure strane, come la paura del buio per esempio. Non abbiamo paura della maestra che ci interroga, perché sappiamo che è qui per aiutarci ad imparare.
Poi c’è la Bene… la Benevolenza, cioè quando facciamo del bene agli altri, quando ci prendiamo cura degli altri. Per esempio se un altro bambino non è bravo in matematica, allora lo aiutiamo ad imparare – non facciamo i suoi compiti, non questo, lo aiutiamo a capire.
Ecco queste sono le qualità, giusto?”

Alessia interviene: “Nel Cuore ci sono la mamma e il papà! La mamma è a sinistra e il papà è a destra. Loro sono sempre nel nostro cuore, anche quando saremo grandi. Quindi è importante andare d’accordo con mamma e papà.”

“E se uno non ha il papà o non ha la mamma o nessuno come fa?” chiede Meiling.

“Deve andare d’accordo con chi fa la sua nuova mamma o papà, è uguale, penso, vero signora Maestra?”

“Sì, esatto. Adesso spiega le cure per il chakra del Cuore a Meiling.”

“Si può fare così:

Usando le vibrazioni. Questa è la tecnica più semplice in assoluto: semplicemente metti una mano sul petto, mentre l’altra mano rimane bene aperta e prende energia dalla Fonte Universale di Energia (che è tutta intorno a noi).

Respirando aria pura. Quanto puoi, cerca di andare fuori città a respirare aria pura per liberare i polmoni dall’aria cattiva.

Con i mantra. Puoi usare i mantra, o come le chiami tu, “le formule magiche”. Eccone alcuni.

  • Io sono lo Spirito.
  • Madre Kundalini, libera il mio cuore da ogni paura.
  • Madre Kundalini, tu mi proteggi in ogni momento.

Shri Shiva, Shri Parvati e famigliaTutto qui. Ah, un’altra cosa molto importante. Bisogna sempre mettere la canottiera, anche in estate; è importante per proteggere il cuore da qualche colpo di freddo.”

“E bisogna anche cercare di non stare sempre piegati con la schiena, altrimenti il nostro chakra rimane schiacciato e non funziona bene” aggiunge un altro bambino.

“Poi c’è Shri Shiva” dice infine Daniele, “in India si dice che Shri Shiva è l’Atma dell’Universo  e quindi rappresenta il Chakra del Cuore. Si dice che Lui è sempre seduto in meditazione sul monte indiano. Lui è puro come la neve. In inverno sono andato in montagna con i miei genitori e ho provato a meditare sulla neve e mi sembrava di essere come Shri Shiva, c’era tanto silenzio fuori e dentro di me, ma anche mi sentivo immenso come il mondo.”

“E la moglie di Shri Shiva è Shri Parvati, la mamma di Shri Ganesha!”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *